Una bella storia

10 anni dopo lo sgombero di via Rubattino a Milano vediamo come è andata

Erano 400 i rom nella baraccopoli di via Rubattino a Milano e furono sgomberati a forza la mattina del 19 novembre 2009.

E non era la prima volta: per alcune famiglie era il ventesimo in un anno con grave disagio per i bambini che andavano a scuola costretti a cambiare 8 scuole in tre anni.

Troppo per non suscitare una sana indignazione sulle famiglie milanesi di buona volontà e allora ecco che la Comunità di Sant’Egidio, le maestre e le mamme si mettono d’accordo e decidono di ospitare i bambini in classe dando loro la continuità didattica. Lasciandoli con i loro amici, soprattutto.

Finita l’emergenza, il clamore dei giornali, il rumore delle ruspe, di queste famiglie rom la maggior parte degli italiani non ha saputo più niente come spesso accade.

Oggi Vita.it pubblica un bellissimo articolo dove si racconta che: “Dieci anni dopo, il 19 novembre 2019, la quasi totalità di quelle persone (73 famiglie) vive in casa. È finito il tempo delle baracche e dei topi, in ogni nucleo almeno un adulto lavora, il 100% dei minori frequenta le scuole dell’infanzia, primarie e medie, molti ragazzi studiano alle superiori e fanno volontariato.”

Leggi anche:
Torre Maura: Rom vs Italiani. Due popoli senza diritti?
Romania: fallisce il referendum per vietare i matrimoni gay
Fabrizio De Andrè parla dei Rom

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.