Una legge per aiutare le librerie indipendenti

Approvato in via definitiva al Senato il ddl che regolamenta le vendita dei libri

La novità più importante infatti è l’abbassamento dal 15 al 5% dello sconto massimo applicabile sul prezzo di copertina. Questo limite non riguarderà i testi scolastici, per agevolare le famiglie, e ogni editore avrà sempre la possibilità, per un mese all’anno, di estendere gli sconti al 20%, ma solo su libri usciti sei mesi prima, escludendo così le novità.

La legge inoltre predispone nuovi finanziamenti per la promozione della lettura, prevede una card per i lettori in difficoltà economiche e istituisce ogni anno una città come Capitale del Libro con un investimento di 500mila euro.

Leggi di più!

«Un risultato storico per il Paese», ha dichiarato il presidente dell’Ali (Associazione Librai Italiani), Paolo Ambrosini.

Non solo la politica di limitare gli sconti dovrebbe aiutare le librerie indipendenti a competere un po’ di più sia con i grandi editori che con Amazon – il vero e più temibile avversario -, le piccole librerie con fatturato inferiore ai 20mila euro annui potranno usufruire di incentivi fiscali e sarà anche istituito un albo di quelle di maggior prestigio.

Così speriamo di non dover più assistere alla chiusura di librerie storiche come la Paravia a Torino o a Milano la libreria dell’ospedale Niguarda, e a  Roma  La Feltrinelli International, per citare solo quelle chiuse all’inizio di quest’anno.

Le voci critiche

A non essere d’accordo con la nuova legge l’Aie, l’Associazione Italiana degli Editori, il cui presidente Ricky Levi si è dichiarato contrario alla riduzione dello sconto: «Con questa legge, a perdere saranno i lettori. Non è ciò che serve al mondo del libro, la prima industria culturale del Paese, in un momento delicatissimo di consolidamento della crescita».

Secondo Levi le perdite potrebbero arrivare a 75 milioni di euro con la perdita di duemila posti di lavoro.

Il presidente dell’Aie chiede quindi la detrazione fiscale per l’acquisto dei libri dalle tasse e l’aumento della “carta cultura” per i 18enni.

La verifica dell’efficacia della legge l’avremo tra un anno, intanto buona lettura a tutti!

Leggi anche:
Porto i libri nei paesi dove non si legge più
Libri per nutrire l’anima e tonificare i muscoli
 I 7 migliori libri di fantascienza
Il Vicolo della Cultura a Napoli

Foto di Nino Carè da Pixabay

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy