Usa, +53% morti in strada ed è colpa dei suv

Oltre ai mezzi pesanti la responsabilità va alla cattiva progettazione stradale e alla distrazione alla guida

Negli Stati Uniti, dal 2009 al 2018, il numero di vittime pedonali è aumentato del 53% (da 4.109 morti nel 2009 a 6.283 morti nel 2018). In parallelo, i decessi di pedoni in relazione al totale dei decessi per incidenti automobilistici sono aumentati dal 12% del 2009 al 17% del 2018. L’ultima volta che i pedoni hanno rappresentato il 17% dei decessi per traffico totale negli Stati Uniti è stato di oltre 35 anni fa, nel 1982. Lo dicono i dati dell’Associazione governativa americana per la sicurezza stradale, GHSA, che ha appena pubblicato il suo rapporto annuale sugli incidenti mortali nel traffico pedonale. Simile la situazione nel nostro Paese, dove c’è un morto ogni 14 ore: in crescita del 7,4% rispetto anche a soli due anni fa.

Suv, il primo problema

Quest’anno l’andamento si rafforza oltreoceano, e già segna un +5% rispetto al 2018. La causa? La diffusione di suv e pick up, spiega GHSA, responsabili del forte incremento, assieme alla cattiva progettazione stradale e alla distrazione alla guida. Non a caso, nel mondo, vive e prospera un movimento che condanna la scelta di questo tipo di veicoli, specialmente nelle città. Mentre la scienza ha più volte specificato che è troppo spesso la stupidità, a guidare la scelta di acquisto di questi mezzi.

In 10 anni – spiegano gli esperti – il numero di vittime che coinvolgono SUV è aumentato dell’81 percento, mentre il tasso di aumento che ha coinvolto automobili è aumentato del 53%. Perché succede? I pedoni colpiti da un SUV di grandi dimensioni hanno il doppio delle probabilità di morire rispetto a quelli colpiti da un’auto, per via della forma delle dimensioni e del peso di questi veicoli.

Il telefono, secondo imputato

A seguire, resta alto il pericolo legato all’uso del cellulare: negli ultimi dieci anni l’uso degli smartphone è aumentato del 400 per cento e il consumo di dati wireless del 7000 per cento. Molti incidenti avvengono durante la scrittura di messaggi di testo o conversazioni telefoniche, precisa l’organizzazione.

Leggi anche:
Bandire i SUV, cresce il movimento contro i mezzi più inquinanti e pericolosi
Parola d’ordine: micro mobilità
È vero che gli idioti scelgono auto potenti?

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista scientifica appassionata di ambiente

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista scientifica appassionata di ambiente

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy