Wuhan riaprirà dopo 75 giorni

Commemorazione ufficiale dei caduti per il virus in tutta la Cina

Riapre Wuhan

Wuhan, l’epicentro da cui si pensa sia partita la pandemia mondiale, è stata messa sotto blocco completo il 23 gennaio nel tentativo di arginare la diffusione del virus ed è stata lodata dalle autorità nazionali e dai media cinesi come una “città eroica” per i sacrifici fatti dai suoi 11 milioni di cittadini.

Alle persone è stato gradualmente permesso di viaggiare dentro e fuori da Wuhan in condizioni rigorose. La quarantena in città dovrebbe essere ufficialmente revocata mercoledì 8 aprile. Lo riferisce l’agenzia AP.

La commemorazione dei caduti per il virus

Con il suono delle sirene e le bandiere a mezz’asta, la Cina ha tenuto un momento di riflessione nazionale di tre minuti sabato per onorare coloro che sono morti a causa del coronavirus, in particolare i martiri del servizio medico che sono caduti mentre combattevano quello che è diventata una pandemia globale.

Le commemorazioni hanno avuto luogo in tutte le principali città e sono state particolarmente toccanti a Wuhan, la città industriale dove il virus è stato rilevato per la prima volta a dicembre.

I clacson di automobili, treni e navi si sono unite a quello che l’agenzia di stampa Xinhua, l’agenzia ufficiale cinese, ha chiamato “lamento del dolore” per tre minuti.

A Pechino, il presidente Xi Jinping ha passato il momento di riflessione sabato alla guida di altri alti funzionari, tutti vestiti con abiti neri con garofani bianchi, mentre si inchinavano davanti a una bandiera a mezz’asta nel complesso militare di Zhongnanhai.

La Cina ha vissuto momenti di silenzio simili in passato, spesso per contrassegnare le atrocità dell’era della Seconda Guerra Mondiale da parte del Giappone, ma raramente su scala nazionale.

83.000 casi e 3.200 decessi

La Cina ha registrato ufficialmente 83.000 casi e oltre 3.200 decessi, sebbene tali cifre siano generalmente considerate sottostimate a causa della mancanza di test e della riluttanza delle autorità a riportare l’entità.

La commemorazione arriva in coincidenza con la tradizionale ricorrenza di Qingming, momento in cui i cinesi visitano le tombe dei loro antenati. I funzionari hanno vietato tali osservanze quest’anno per evitare grandi raduni che potrebbero contribuire alla temuta seconda ondata di infezioni.

Li Wenliang

Più di 3.000 operatori sanitari hanno contratto covid-19 e il governo dice che 14 sono morti per la malattia.

Tra di loro c’era il Dr. Li Wenliang che è stato minacciato di punizione dalla polizia dopo che per primo, inascoltato, aveva resa nota la notizia dell’epidemia. Solo dopo la sua morte, vittima del coronavirus contratto dai suoi pazienti,  è stato “riabilitato” ed è stato inserito nell’elenco dei “martiri” nazionali.

Leggi anche:
The Guardian: la Cina esce dal coronavirus, gli Stati Uniti entrano
Covid19, la Cina vieta il commercio di animali selvatici e fa la storia
Covid-19, positiva una tigre

Foto Reuters: Squadre di sanificazione all’opera in un teatro di Wuhan

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy