App ZAO dalla Cina

Zao, l’app cinese per scambiare il volto diventa il nuovo “caso FaceApp”

Ancora una volta, addio privacy!

A qualche mese dal caso FaceApp, l’app del 2017 che questa estate è diventata virale grazie alla sua capacità di sfruttare le reti neurali per invecchiare il volto dell’utente, creando qualche grosso dubbio riguardo la sicurezza dei dati personali trattati, oggi torniamo a parlare di un fenomeno simile, questa volta proveniente dalla Cina.

Protagonista è questa volta Zao, un’applicazione cinese per iOS che permette all’utente di scambiare il proprio volto con quello di una celebrità del mondo del cinema, dello sport o quant’altro, all’interno dei video, sfruttando il potenziale delle reti neurali.

Continua a leggere su HDBLOG.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green